La psicoterapia individuale è un intervento rivolto al singolo individuo (generalmente adolescente o adulto) focalizzato sui pensieri, emozioni, storie e vissuti della dimensione individuale e relazionale.

C’è tutto e ci sono tutti nella stanza di terapia!

 

​A CHI E’ RIVOLTO?

Il percorso individuale è utile per le persone che stanno attraversando un periodo difficile e doloroso e hanno bisogno di trovare una “via d’uscita”.

 

Persone costrette a vivere con ripetitività situazioni di disagio psicofisico, emotivo e relazionale tali da averli portati, in alcuni casi, anche allo sviluppo di un sintomo o disturbo psicologico.

 

La psicoterapia individuale è utile anche per tutte quelle persone che hanno voglia di intraprendere un percorso di riscoperta di Sè: un viaggio di conoscenza, di contatto con i Sè più nascosti. Dei traumi, delle ferite e perchè no, anche delle gioie

 

La vita non è quello che dovrebbe essere. E’ quello che è. E’ come l’affrontiamo che fa la differenza”
Virginia Satir

 

 

AREE PRINCIPALI DI INTERVENTO

  • Disturbi dell’Infanzia e dell’Adolescenza
  • Disturbi d’Ansia
  • Disturbo da Sintomi Somatici
  • Disturbi dell’Umore (Depressione, Disturbo Maniacale, Disturbo Bipolare)
  • Disturbi correlati a Trauma e Stress
  • Disturbi Alimentari
  • Disturbi da Uso di Sostanza
  • Disturbi di Personalità
  • Difficoltà temporanee di vita della persona
  • Percorso di conoscenza e riscoperta personale

 

PERCHE’ SCEGLIERE UN PERCORSO DI PSICOTERAPIA INDIVIDUALE?

Dopo l’elaborazione della sofferenza c’è la riscoperta delle risorse già possedute dalla persona che rappresentano lo strumento più importante per il cambiamento.

 

Il percorso individuale è un’occasione per acquisire una maggiore conoscenza di sè, delle proprie relazioni e capacità nell’affrontare cambiamenti o problemi di vita.

 

Migliora la comunicazione con sè stessi e con gli altri, il senso di efficacia, l’autostima e l’agio negli ambienti di vita.

 

Le emozioni hanno la priorità: la persona può scoprire un nuovo modo per conoscerle e regolarle, e quindi, viverle in modo diverso. La stanza di terapia diviene un’occasione per ritagliarsi momenti con sè stessi, di rinarrare la propria storia e di scoprire aspetti che c’erano, ma di cui non si conosceva l’esistenza.

 

Immagine in evidenza: GIRL AT MIRROR – Norman Rockwell – 1954